SENEGAL 2018 – missione compiuta

Martedì sera, siamo rientrati dal nostro viaggio/missione in Senegal.

Al nostro arrivo a Dakar siamo stati ricevuti da una delegazione del Governo di Fatik una regione appartenente al villaggio di Betenty.

Prima di recarci sull'isola con una piroga, siamo stati ricevuti dal Prefetto di Toubacouta per un saluto ed una riconoscenza dell'atto umanitario computo in memoria ed in onere alle 21 giovani donne decedute il 23 aprile 2017, per il rovesciamento della loro piroga.

Sull'isola ad attenderci c'era l'intero villaggio con tutte le autorità locali, dal Capo villaggio ai responsabili sanitari della Provincia, al Direttore scolastico una marea di bambini ad accoglierci.

Un'emozione collettiva indimenticabile da sola sufficiente a ripagarci dell'impegno profuso nella raccolta di fondi necessari all'acquisto di un defibrillatore, un doppler fetale, tira latte manuali, una buona quantità di materiale medico sanitario ed anche materiale di cancelleria che è stato consegnato al Direttore scolastico.

Nei discorsi ufficiali di riconoscimento si è ribadita la necessità di sviluppare e mantenere con continuità rapporti e relazioni di interscambio che potrebbero avvenire in molti campi operativi, e di reciproco interesse dalla sanità alla formazione, alle attività economiche, la pesca, alla salvaguardia del patrimonio ambientale....

Di questo non mancheremo di informare e documentare alle rispettive Autorità competenti sia in Italia ed in Senegal, le potenzialità di una amicizia consolidata da oltre 30 anni di contatti, conoscenze e collaborazioni.

Il viaggio è continuato attraversando la Gambia, visitando la Casamace, incontrando altre comunità e persone, la più significativa a Lnkering, vicino a Tambacounda.

Importante la visita all'isola di conchiglie Fadiout, dove la comunità in prevalenza di religione cattolica, rappresenta un effettivo insegnamento di coesistenza tra persone di religione diversa, lasciando al Dispensario sanitario gestito dal nostro amico Carlo di Treviglio, una discreta quantità di medicinali.

Significativa la nostra visita ed un saluto di incoraggiamento al nostro compagno Severino, della CGIL di Como, che da oltre 10 anni stà compiendo una "rivoluzione silenziosa" ma molto efficace con la sua Associazione "I Bambini di Ornella"

Infine la capitale Dakar con tutte le sue attrattive e peculiarità di una città in evoluzione, la visita all'Università con i ragazzi del Club italiano coordinati dal nostro amico Prof. Djawara Hibù, ci ha stimolati a confermare la nostra vicinanza ed impegno comune futuro a individuare le forme più appropriate per garantire continuità ed efficacia alle nostre azioni comuni.

La soddisfazione e le emozioni raccolte, hanno ampiamente compensato gli sforzi e le fatiche che un viaggio cosi impegnativo ci ha coinvolto per 11 giorni pieni pieni...

AU REVOIR A LA PROSCEMME FOI !!!

 

E' nostra intenzione ritornare in Senegal entro il 2020

Chi fosse interessato ci contatti sindora....